Notizie ProVita Onlus inaugura la nuova sede a Roma

Di Serenella Verduchi

 

Nel 6° anniversario della morte di Chiara Corbella Petrillo, avvenuta il 13 giugno 2012, l’associazione Notizie ProVita Onlus ha inaugurato la nuova sede a Roma, in viale Manzoni, nei pressi della Basilica di San Giovanni in Laterano.

Don Francesco Giordano, durante la benedizione della nuova sede di Notizie ProVita Onlus
Don Francesco Giordano, direttore di HLI-Roma,  durante la benedizione della nuova sede di Notizie ProVita Onlus

La sede vuole essere un punto di incontro, dove poter parlare di temi che toccano i temi riguardanti la difesa della vita in tutti i suoi stadi.

WhatsApp Image 2018-06-13 at 22.13.47 b
Toni Brandi, Francesca Romana Poleggi e altri collaboratori di Notizie ProVita Onlus

Chiara Corbella ha testimoniato nella sua esistenza, la sua fede e l’amore per la vita. Chiara si sposò con Enrico il 21 settembre 2008, durante la sua prima gravidanza, viene diagnosticata una grave patologia alla bambina che portava in grembo, cui verrà dato il nome di Maria Grazia Letizia.  La piccola, che nasce il 10 giugno 2009, muore dopo poco più di mezz’ora. Dopo qualche mese Chiara è di nuovo incinta. Il suo secondogenito, Davide Giovanni, anche lui purtroppo è affetto da una grave malformazione che lo porterà a morire poco dopo essere nato, il 24 giugno 2010.

 

 

Chiara Corbella con suo figlio Davide. (Foto : Sophia Institute Press)
Chiara Corbella con suo figlio Davide. (Foto : Sophia Institute Press)

Nei suoi appunti Chiara scrive: «Nel matrimonio il Signore ha voluto donarci dei figli speciali: Maria Grazia Letizia e Davide Giovanni, ma ci ha chiesto di accompagnarli soltanto fino alla nascita ci ha permesso di abbracciarli, battezzarli e consegnarli nelle mani del Padre in una serenità e una gioia sconvolgente».[1]

Fra le patologie dei due bambini non c’era legame, come dimostrarono gli esiti dei test genetici, a cui Chiara ed Enrico si sottoposero. Dopo poco tempo Chiara è di nuovo in dolce attesa. Poco dopo aver appreso della sua terza gravidanza, Chiara scopre però di avere un tumore alla lingua, ma sceglie di rimandare le cure per non nuocere al bambino che porta in grembo.

«Per la maggior parte dei medici – scrive Chiara – Francesco era solo un feto di sette mesi. E quella che doveva essere salvata ero io. Ma io non avevo nessuna intenzione di mettere a rischio la vita di Francesco per delle statistiche per niente certe che mi volevano dimostrare che dovevo far nascere mio figlio prematuro per potermi operare».[2] Francesco Petrillo nasce sano il 30 maggio 2011.

Nonostante gli interventi e le cure a cui si sottopose, Chiara morì a 28 anni, a mezzogiorno del 13 giugno 2012.

Toni Brandi, presidente di ProVita Onlus, nella nuova sede
Toni Brandi, presidente di ProVita Onlus

“Ciascun bambino merita di essere amato in questo modo: così, ProVita Onlus è dedicata proprio a lei, Chiara. – afferma l’associazione – Per ricordare che ogni vita va tutelata, dal concepimento alla morte naturale. In una società che rapporta la dignità della vita alla sua qualità, ProVita si fa eco della testimonianza di Chiara, combattendo per difendere i più deboli tra i deboli: i bambini, a partire da quelli non ancora nati.”[3]

 

 

 

 

Alcuni momenti dell'inaugurazione
Alcuni momenti dell’inaugurazione

 

 

[1]  La storia di Chiara Corbella Petrillo http://www.chiaracorbellapetrillo.it/la-storia-di-chiara-corbella-petrillo/

[2] La storia di Chiara Corbella Petrillo http://www.chiaracorbellapetrillo.it/la-storia-di-chiara-corbella-petrillo/

[3] ProVita Onlus https://www.notizieprovita.it/attivita/provita-nellanniversario-di-chiara-apre-la-sede-nazionale/

facebooktwittermail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *